Lo stato dell’arte delle reti di nuova generazione

Working paper
Angelo CASTALDO, Elisabetta CONTE

Analizzando i driver che guidano lo sviluppo delle reti di nuova generazione è possibile comprendere quali siano le principali modifiche che queste apportano al mercato e le principali sfide che pongono al Regolatore. Fronteggiando rischi quali una possibile chiusura del mercato da un lato, e un eccessivo disincentivo agli investimenti dall’altro, il Regolatore è chiamato a comporre un difficile trade off nella scelta del tipo di regolazione: light-handed o heavy-handed regulation? Ulteriore problema regolatorio è poi quello dell’accesso alle nuove reti, che si collega direttamente ad un’altra problematica, quella della gestione della transizione e del raggiungimento di un level playing field neutrale. In un panorama in cui la Commissione sta cercando, anche se con molta cautela, di trovare soluzioni a questi quesiti, è necessario chiedersi se due importanti aspetti del quadro regolatorio del 2002 siano ancora attuali e se debbano essere traghettati nel nuovo quadro: la facility based competition e il ladder of investment.