Sulle lobby l’Italia vale 20. Su 100

Articolo blog
Gianluca SGUEO

Ieri Transparency International Italia ha presentato il rapporto ufficiale sul lobbying in Italia. Nessuna sorpresa: andiamo male. Secondo le stime degli autori del rapporto, il livello di trasparenza si attesta ad uno scarso 11%; un po’ più elevata, ma comunque troppo bassa, è la percentuale di integrità, che raggiunge il 27%; infine la parità nelle opportunità di accesso ai processi decisionali pubblici riceve un punteggio di 22 su 100. A conti fatti, il voto complessivo assegnato al nostro paese è di 20 su 100. Disastroso.

è presto per dire se siamo fanalino di coda d’Europa. Alla ricerca partecipano i 19 capitoli nazionali di Transparency, ma finora in pochi hanno presentato il rapporto. Tra questi Francia, Germania e Spagna. Il giudizio complessivo non è lusinghiero per nessuno. Ma su alcuni punti il nostro Paese sconta un ritardo ingiustificabile: in particolare sulla disciplina delle “revolving doors” e, più in generale, sulla trasparenza dell’attività istituzionale. Non a caso, delle 7 raccomandazioni del rapporto, queste due sono quelle più importanti.

Il rapporto integrale è disponibile QUI. Il video promozionale per sensibilizzare sul lobbying invece lo trovate QUI.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.