European Union of Culture. Paving the way for new cultural diplomacy approaches and improved economic growth of creative and cultural sectors

High Level back-to-back event, Firenze, 30-03-2917
30 marzo 2017    

giovedì 30 marzo 2017 ore 10:30 - 12:30

Palazzo Medici Riccardi, Sala Luca Giordano




La Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, con il supporto tecnico-scientifico di I-Com, Istituto per la Competitività, ha organizzato un evento in occasione del G7 cultura di Firenze. L’iniziativa, che ha avuto il patrocinio della Città Metropolitana di Firenze e del Comune di Firenze, su “EUROPEAN UNION OF CULTURE. Paving the way for new cultural diplomacy approaches and improved economic growth of creative and cultural sectors”, si è svolto a Firenze giovedì 30 marzo dalle ore 10:30 alle ore 12:30. La discussione ha preso le mosse dalla Strategia per le relazioni culturali internazionali recentemente varata dalla Commissione Europea e dall’impulso che si intende imprimere ai settori imprenditoriali legati alle attività creative e culturali. L’evento ha inquadrato il tema della valorizzazione e promozione del patrimonio artistico e culturale come elemento fondante dell’Unione Europea, fattore di coesione sociale ed identitaria, nonché veicolo di sviluppo sostenibile e dialogo interculturale per la politica europea di vicinato.

Programma
Questioni chiave
In agenda sul sito del G7 

Rappresentanza in Italia

con il supporto tecnico-scientifico di I-Com

e il patrocinio di

[raw]


[/raw]

Confirmed speakers:

Paolo BARATTA
President, La Biennale di Venezia

[toggle title=”Bio”]Nato a Milano nel 1939 e risiede a Roma. È laureato in Ingegneria al Politecnico di Milano e in Economia all’Università di Cambridge (UK). Ha lavorato presso la SVIMEZ (Associazione per lo sviluppo dell’industria nel Mezzogiorno), istituto di ricerca, con il prof. Pasquale Saraceno. Ha svolto studi e ricerche in economia industriale, dello sviluppo, e delle istituzioni finanziarie, ed è autore di saggi e pubblicazioni. È membro della Società Italiana degli Economisti. È stato Presidente del CREDIOP (Consorzio di Credito per le Opere Pubbliche) e di ICIPU (Istituto di Credito per le Imprese di Pubblica Utilità) dal 1980 al 1992. Ha ricoperto cariche in banche e società private e pubbliche. È stato Ministro “tecnico”: per le Privatizzazioni (per le funzioni connesse al riordino delle Partecipazioni Statali) nel Governo Amato (1993); per il Commercio Estero nel Governo Ciampi (1993-1994); e dell’Industria ad interim nello stesso governo (1994); Ministro dei Lavori Pubblici e Ministro dell’Ambiente nel Governo Dini (1995-1996). È stato Presidente della Fondazione Lorenzo Valla per i classici greci e latini e Presidente dell’IN/ARCH (Istituto Nazionale di Architettura). Attualmente è Presidente dell’Accademia Filarmonica Romana (dal 2007), Vice Presidente del FAI (Fondo Ambiente Italiano). È stato confermato nel gennaio 2016 Presidente della Biennale di Venezia per il suo quarto mandato quadriennale (2016-2019), avendo svolto i precedenti mandati nei quadrienni 1998-2001, 2008-2011 e 2012-2015. Dal 1998 La Biennale, riformata nello statuto, intraprende un lungo cammino di istituzione completamente rinnovata. Si rilancia la Mostra d’Arte e a tal fine si restaurano 53mila mq dell’Arsenale, si attiva la ristrutturazione dell’Archivio Storico, nasce il settore Danza a fianco di Teatro e Musica e viene curato con grande impegno lo sviluppo della Biennale Architettura. I visitatori della Biennale Arte, che erano 197mila nel 1999, diventano 500mila nel 2015. I paesi partecipanti, che alla Biennale Arte 1999 erano 59, nel 2015 sono diventati 89. È stata portata a nuova vita la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica. Cresce il rapporto con il territorio grazie anche ad attività organizzate con un numero sempre crescente di scuole . È sviluppato un nuovo rapporto con istituti Universitari e di ricerca per visite speciali e soggiorni alle Mostre e nel 2016 più di 100 facoltà da tutte le parti del mondo hanno aderito al progetto Biennale Sessions. Con il progetto speciale Biennale College, attivato per i settori Danza, Teatro, Musica e Cinema, si sono offerte a giovani artisti opportunità di ricerca e possibilità di produzione. Nel 2015, su incarico del Ministro per la Cultura, ha svolto il ruolo di Presidente della Commissione di valutazione per la selezione dei direttori dei 20 più importanti musei dello stato italiano. È Cavaliere di Gran Croce della Repubblica Italiana.[/toggle]

Marco CAMMELLI
President of Cultural Activities and Heritage Commission, Acri

[toggle title=”Bio”]Presidente Commissione per i Beni e le Attività culturali Acri e Professore emerito dell’Università di Bologna. Presidente della Fondazione del Monte di Bologna fino al 2015. Marco Cammelli, è stato Preside della medesima Università dal 1992 al 1998. Ha fatto parte del comitato tecnico di coordinamento per le riforme amministrative presso la Presidenza del Consiglio (1997-2000) ed è stato componente del Consiglio di Presidenza della Corte dei conti (1998-2001) e del Consiglio di Stato (2005-2009). E’ direttore di Aedon, Rivista di Arti e Diritto on line, Mulino, dal 1998. Di recente ha curato i volumi Diritto e gestione dei beni culturali, Bologna, 2011; Studi in tema di società a partecipazione pubblica, Torino, 2008; Territorialità e delocalizzazione nel governo locale, Mulino, 2007; Il codice dei beni culturali e del paesaggio, Bologna, 2007; Università e sistema della ricerca. Proposte per cambiare, Quaderni Astrid, il Mulino, 2006; Dal 2005 è presidente della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna.[/toggle]

Silvia COSTA
MEP, Group of the Progressive Alliance of Socialists and Democrats in the European Parliament, Culture and Education Committee

[toggle title=”Bio”]Giornalista professionista, ha collaborato a riviste, quotidiani e alla realizzazione di alcuni programmi televisivi della Rai. Dal 1978 al 1985 è stata redattore del quotidiano “Il Popolo”. Dal 1976 al 1985 è Consigliere Comunale di Roma per due mandati, e ha fatto parte delle Commissioni Scuola e Cultura. Deputata alla Camera per tre Legislature (1983-1994), è stata membro effettivo della Commissione Interni e quindi della Commissione Cultura, Scienza ed Istruzione. Nel 1987 è stata co-fondatrice e primo vicepresidente di Telefono Azzurro. Nella XI legislatura è stata componente della Commissione Parlamentare di Vigilanza sulla Rai. Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Università, Ricerca Scientifica e Tecnologica (1993/94), nel Governo Ciampi, è stata Presidente della Commissione Pari opportunità tra uomo e donna presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri fino al settembre 2000. Nel novembre 2000 è stata nominata membro della Commissione centrale di Beneficenza della Fondazione Cariplo. È stata consigliere del CNEL nella VI e VII Consiliatura. Presidente dell’Accademia di Belle Arti tra il 1995 e il 2005. Nel 2003 è stata insignita del titolo di Grande Ufficiale della Repubblica dal Presidente Ciampi. Dal 2005 al luglio 2009 è stata assessore all’Istruzione, al Diritto allo Studio e alla Formazione della Regione Lazio. Nel giugno 2009 è stata eletta al Parlamento Europeo. E’ stata eletta vicepresidente della Delegazione per le relazioni con l’Iraq del Parlamento europeo ed è componente delle Commissione Cultura e Istruzione e componente supplente della Commissione Diritti della Donna e Uguaglianza di Genere e della Commissione per le Libertà Civili, la Giustizia e gli Affari Interni. Nel maggio 2014 è stata eletta per il secondo mandato al Parlamento Europeo e nominata per acclamazione Presidente della Commissione Cultura e Istruzione. Membro della Conferenza dei Presidenti di Commissione, della Delegazione alla commissione parlamentare di stabilizzazione e di associazione (SAPC) UE-Albania, e membro sostituto della Commissione per l’occupazione e gli affari sociali è inoltre vice-presidente dell’intergruppo parlamentare sulla Povertà e dell’intergruppo Turismo culturale, Patrimonio culturale e Itinerari culturali europei ed è componente dell’intergruppo sui diritti dei minori.[/toggle]

Beatrice COVASSI
Head of Representation of the European Commission in Italy

[toggle title=”Bio”]Nominata nell’aprile 2016 capo della rappresentanza della Commissione europea in Italia. Di formazione giurista è stata precedentemente vice capo unità alla DG Connnect ed è un’esperta di mercato digitale. Dal 2010 al 2014 Covassi è stata consigliere per l’economia digitale presso la rappresentanza della Commissione negli Stati Uniti, ma anche prima il suo settore di competenza è sempre stato il digitale. Prima di entrare alla Commissione, nel 2000, è stata policy advisor in alcuni studi legati statunitensi.[/toggle]

Matteo DEL FANTE
President, Fondazione Palazzo Strozzi

[toggle title=”Bio”]Matteo Del Fante, ricopre il ruolo di Presidente della Fondazione Palazzo Strozzi a partire dal 28 aprile 2016, è fiorentino, classe 1967, ha conseguito una laurea in Economia Politica all’Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano. Da giugno 2015, è Vice Presidente di ENTSO‐E, l’Associazione europea dei gestori delle reti di trasmissione elettrica. Ha iniziato la sua carriera professionale in JP Morgan nel 1991, lasciandola nel 2003 con il ruolo di Managing Director. Nel 2004, poco dopo la sua privatizzazione, è entrato in Cassa depositi e prestiti S.p.A. (CDP) di cui, dal giugno 2010 e fino alla nomina in Terna, è stato Direttore Generale. Nei precedenti anni di CDP, dopo la responsabilità iniziale della Finanza e M&A, ha avviato le attività nel settore immobiliare, assumendo nel 2009 la carica di Amministratore Delegato della società di gestione del risparmio del Gruppo (CDP Investimenti SGR S.p.A.). É stato, inoltre, membro dei consigli di amministrazione di numerose società partecipate dal Gruppo CDP, tra le quali STMicroelectronics (2005‐2011), il Fondo Europeo per l’Efficienza Energetica (EEEF 2011 – 2013) e Terna (2008‐2014).[/toggle]
Dario FRANCESCHINI
Minister of Cultural Heritage and Activities and Tourism
[toggle title=”Bio”]Dario Franceschini è un politico e scrittore italiano, dal 22 febbraio 2014 Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo prima nel governo Renzi e poi riconfermato in carica nel Governo Gentiloni.[/toggle]
Dario NARDELLA
Mayor of Florence

[toggle title=”Bio”]Nato a Torre del Greco, all’età di 14 anni si trasferisce a Firenze. Diplomato in violino presso il Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze, nel 2001 si è poi laureato in giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Firenze con 110 e lode, conseguendo successivamente un dottorato di ricerca in diritto pubblico e diritto dell’ambiente. È docente a contratto di legislazione dei beni culturali presso la stessa università. Nel 2004 viene eletto nel Consiglio comunale di Firenze nelle file dei Democratici di Sinistra. Dal 2006 al 2008 è stato inoltre nominato nel governo Prodi II consigliere giuridico del Ministro per i rapporti con il Parlamento e le riforme istituzionali Vannino Chiti. Nel 2009, nuovamente eletto come consigliere comunale, entra a far parte della giunta di Matteo Renzi come vicesindaco, assumendo, in momenti diversi, le deleghe allo sviluppo economico, bilancio, lavoro, turismo, sport. Nel 2010 è stato nominato presidente del comitato promotore dei Campionati del mondo di ciclismo su strada 2013, che si sono poi svolti in Toscana dal 21 al 29 settembre del 2013. Il 25 maggio alle elezioni comunali ottiene il 59,15% dei voti diventando così ufficialmente sindaco di Firenze.[/toggle]
Tibor NAVRACSICS
European Commissioner for Education, Culture, Youth and Sport

[toggle title=”Bio”]Navracsics ha studiato legge, laureandosi nel 1990. Dal 1997 a 2001 ha insegnato e condotto ricerche presso l’Università Corvinus di Budapest, dove ha conseguito un dottorato in scienze politiche. Nel 2003 è diventato capo del personale al Presidente del Fidesz. Alle elezioni parlamentari del 2006 e del 2010 viene eletto parlamentare nella Provincia di Veszprém. Il 29 aprile 2010, di Viktor Orbán nominato Primo Ministro del suo secondo governo, nomina Navracsics Ministero della Giustizia e vice primo ministro. Dal 6 giugno al 2014 è Ministro degli Affari Esteri e del Commercio. Nel 2014 viene designato commissario per l’Ungheria. Jean-Claude Juncker lo ha proposto come Commissario Ue responsabile per Educazione, cultura, politiche giovanili e cittadinanza. L’ARCI ha fortemente criticato la scelta di nominare commissario Tibor Navracsics, in quanto responsabile della riforma che ha colpito la libertà dei media nel 2011.[/toggle]
Eike SCHMIDT
Director, Uffizi Gallery
[toggle title=”Bio”]Ha studiato arte moderna e medievale all’ Università di Heidelberg. Negli anni novanta ha ottenuto una borsa di studio e vissuto e lavorato per diversi anni a Firenze e Bologna. Nel 1994 ha ottenuto il dottorato di ricerca all’Università di Heidelberg, con una tesi su La collezione medicea di sculture in avorio nel Cinque e Seicento. In seguito, e fino al 2001, ha lavorato a Firenze, presso il Kunsthistorisches Institut in Florenz. Nel 1997 vince il premio Nicoletta Quinto della Fondazione Premio internazionale Galileo Galilei dei Rotary Club italiani. Nel 2001 si trasferisce negli Stati Uniti d’America, dove è stato curatore della National Gallery of Art di Washington, D.C. e, dal 2006 al 2008, del Getty Museum di Los Angeles. Ha poi lavorato presso la casa d’aste Sotheby’s di Londra, dove era responsabile per le arti plastiche europee. Dal 2009 è stato a capo della sezione scultura del Minneapolis Institute of Art e al contempo ha curato una mostra sulla scultura barocca in avorio a Palazzo Pitti a Firenze. Nel 2015, è stato nominato Direttore delle Gallerie degli Uffizi.[/toggle]
Corrado SFORZA FOGLIANI
Vice President, ABI

[toggle title=”Bio”]È Presidente dell’Associazione Nazionale fra le Banche Popolari. Avvocato cassazionista, giornalista pubblicista e autore di testi giuridici, Corrado Sforza Fogliani è stato dal 1986 al 2012 Presidente della Banca di Piacenza, Istituto di Credito di cui è attualmente Presidente d’onore, componente del Consiglio di Amministrazione e del Comitato Esecutivo. Dal 1991, per i 25 anni a seguire, Sforza Fogliani è stato anche Presidente di Confedilizia, al cui interno oggi ricopre l’incarico di Presidente del Centro Studi e membro del Comitato di Presidenza.[/toggle]
Andrea ZAPPIA
Chief Executive Officer, Sky Italia

[toggle title=”Bio”]Si è laureato in Economia e Commercio ed è amministratore delegato di Sky Italia dal 1 agosto 2011. Prima della nomina al vertice di Sky Italia, ha ricoperto il ruolo di Managing Director Customer Group di BSkyB a partire dal febbraio 2010, guidando la direzione vendite, marketing e operations della pay tv inglese, con la responsabilità dell’acquisizione dei nuovi clienti e della loro gestione per l’offerta pay-tv, broadband e telefonia. Dal 2003 al 2007 è stato Vice President, Marketing, Promotion e Business Development, riportando direttamente all’amministratore delegato Tom Mockridge. Successivamente, fino al passaggio in BSkyB nel 2010, è stato Vice President Sport Channels della pay tv italiana. Prima di approdare in Sky Italia, ha ricoperto il ruolo di Vice President Marketing and Product Development worldwide di Fila e, dal 1996 al 2001, quello di Global Sales e Marketing Director per Ferrari e Maserati. Zappia ha iniziato la sua carriera nella multinazionale Procter&Gamble dove è arrivato a ricoprire la carica di European Group Marketing Manager.[/toggle]

Moderator:

Paolo ERMINI
Director, Corriere Fiorentino

[toggle title=”Bio”]Giornalista, dal 2008 è direttore del Corriere Fiorentino. Già condirettore del Corriere della Sera (dal 2003) e responsabile di Rcs Quotidiani per le nuove iniziative locali, nel 2007 vince il premio internazionale “Cinque stelle per il Giornalismo 2007.Seguì, da vicedirettore del Corriere della Sera, i momenti frenetici successivi alla tragedia delle Torri Gemelle fino alla pubblicazione del celebre articolo di Oriana Fallaci La rabbia e l’orgoglio, che uscì il 29 settembre 2001.[/toggle]

Partner Tecnico

Partner Scientifico

Media Partner