THE EUROPEAN WAY TO AI. Which scenarios for the EU in the global race

Power breakfast

“THE EUROPEAN WAY TO AI. Which scenarios for the EU in the global race”. Questo è il titolo della Power Breakfast che ha avuto luogo, oggi 16 maggio presso il nostro ufficio di Bruxelles.

Dopo una breve introduzione del Presidente dell’Istituto di Competitività (I-Com), Stefano da Empoli, è stata la volta del relatore ospite, Lucilla Sioli, Direttrice del direttorato “Intelligenza Artificiale e Industria Digitale” di DG CNECT, Commissione europea.

La domanda “Le macchine possono pensare?” ha interessato filosofi, scienziati e ingegneri per molto tempo e la prospettiva di creare una macchina che un giorno sarebbe stata in grado di imitare il comportamento umano è emersa in molti periodi storici diversi. Tuttavia, non esiste ad oggi un’unica definizione di Intelligenza Artificiale, né esiste un ampio consenso tra ricercatori e informatici su come definirla, trattandosi di un concetto che abbraccia un ampio numero di argomenti che vanno dalla pura informatica alla neurologia.

L’incontro si è incentrato sullo scenario che si prospetta per l’UE nella corsa globale all’intelligenza artificiale e sulle iniziative intraprese dalle istituzioni dell’UE e dagli Stati membri per rafforzare gli investimenti, sostenere la ricerca e rafforzare i valori e il quadro normativo, al fine di garantire la competitività e definire le condizioni per il suo sviluppo e uso.