Intelligenza artificiale: cosa cambia per le imprese e perché la politica non deve farsi trovare impreparata. L’opinione di Stefano da Empoli, intervistato al Rieti Digital Festival



Si è parlato anche di “Big data, intelligenza artificiale, social media” al Rieti Digital – Festival della Cultura Digitale e dell’Innovazione Tecnologica, appuntamento di tre giorni (15-17 novembre) organizzato dall’Assessorato all’Innovazione Tecnologica, Digitalizzazione Pubblica Amministrazione, Pari Opportunità e Rapporti con le Associazioni del Comune di Rieti.

Al tavolo è intervenuto il presidente dell’Istituto per la Competitività (I-Com) Stefano da Empoli, intervistato lo scorso 15 novembre, a margine dell’incontro, sul suo nuovo libro dal titolo “Intelligenza artificiale: ultima chiamata. Il Sistema Paese alla prova del futuro“, edito da Bocconi.

Nel libro l’autore analizza gli impatti che questa tecnologia può avere sul sistema produttivo, economico e sociale italiano. Cosa cambia e come per la riorganizzazione delle imprese e perché la politica nazionale ed europea sono chiamate a svolgere un ruolo da protagoniste per accompagnare, insieme alle rappresentanze imprenditoriali, questa importante transizione.