Gli scenari del mercato dei media in Italia e l’attuazione della direttiva copyright. Il VideoTalk I-Com con il sottosegretario Andrea Martella

VideoTalk
I-Com

“Gli scenari del mercato dei media in Italia e l’attuazione della direttiva copyright”. E’ questo il titolo del VideoTalk organizzato dall’Istituto per la Competitività (I-Com) che si è tenuto giovedì 26 novembre e al quale ha partecipato in qualità di keynote speaker il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Andrea Martella.

L’obiettivo dell’incontro è stato quello di descrivere le principali tendenze in atto nel mercato dei media e analizzare le opportunità e le criticità connesse al recepimento nell’ordinamento italiano della direttiva numero 790 del 2019, anche alla luce dell’iter della legge di delegazione europea 2019-2020, approvata dal Senato in prima lettura.

Considerato lo spostamento in rete di molte delle tradizionali attività e l’accresciuto interesse mostrato dagli utenti per la fruizione di contenuti online, un passaggio molto importante sarà l’approvazione del disegno di legge recante delega al governo per l’adozione dei decreti legislativi tesi al recepimento delle direttive europee e all’attuazione di altri atti dell’Unione europea (legge di delegazione europea 2019). Tra questi, appunto, la disciplina europea sul diritto d’autore contenuta nella direttiva numero 790 del 2019.

Dopo i saluti di apertura del presidente dell’Istituto per la Competitività Stefano da Empoli, è intervenuto il sottosegretario Andrea Martella. La discussione è stata moderata da Silvia Compagnucci, direttore dell’area Digitale dell’istituto.

Hanno preso parte al dibattito: Ernesto Apa (Portolano Cavallo Studio Legale), Fabio Bassan (Roma Tre), Marco Bassini (Università Bocconi), Enrico Bellini (Google), Fabrizio Carotti (Fieg), Stefano Ciullo (Netlix), Giuseppe Colangelo (Università della Basilicata), Simona Ercolani (Stand by me), Andrea Falessi (Open Fiber), Alberto Gambino (Università Europea di Roma e IAIC), Benedetta Alessia Liberatore (AGCOM), Enzo Mazza (FIMI), Angelo Mazzetti (Facebook), Marzia Minozzi (Asstel), Antonio Nicita (Lumsa), Oreste Pollicino (Università Bocconi e Agenzia europea per i diritti fondamentali), Marco Scialdone (Università Europea di Roma), Francesco Siddi (Confindustria Radio Tv), Vincenzo Tiani (Panetta & Associati), Daniele Viotti (già Parlamentare europeo), Bruno Zambardino (MiBACT).