Patto europeo per il clima, i cittadini in prima linea per un continente verde

Articolo
Camilla Palla
patto europeo per il clima

Dopo la pubblicazione nel luglio 2019 delle priorità politiche della Commissione presieduta da Ursula von der Leyen e il lancio del Green Deal a dicembre dello stesso anno, l’esecutivo Ue ha varato il Patto europeo per il clima. L’iniziativa si pone l’ambizioso obiettivo di costruire un’Europa verde in piena cooperazione con i cittadini e la società civile.

Il Patto, coerentemente con i risultati della consultazione pubblica chiusa a giugno 2020, introduce la possibilità per i cittadini di riunirsi in uno spazio virtuale per connettersi e sviluppare collettivamente soluzioni per la lotta ai cambiamenti climatici, per rendere più sostenibili la società e l’economia europee. In pratica, parliamo di un vero e proprio momento di condivisione delle idee secondo una logica bottom-up.

Coinvolgere la società civile e tutti i cittadini rappresenta un passo davvero importante per un’effettiva realizzazione della transizione verde. In tal senso, il patto mira a sostenere le iniziative locali, intraprese da singoli individui o realtà collettive, e a fornire un continuo supporto e monitoraggio delle attività. In questo modo ogni iniziativa sarà fondata su informazioni scientificamente valide e, soprattutto, verrà assicurata la sua sostenibilità e fattibilità nel medio-lungo periodo.

Si tratta di un invito concreto a partecipare, una vera e propria call for action con cui la Commissione europea invita persone fisiche e organizzazioni a diventare ambasciatori del Patto europeo per il clima. A tal fine è stato creato un apposito portale dove chiunque potrà proporsi per ricoprire tale ruolo. Queste figure avranno l’obiettivo di coinvolgere le comunità di appartenenza nelle azioni identificate e diventare ponti tra la società civile, gli stakeholders interessati e la Commissione europea.

Una prima fase si concentrerà su azioni rientranti in quattro filoni prioritari, in particolare aree verdi, mobilità sostenibile, efficienza edilizia e sviluppo di nuove competenze nel settore della green transition. Non è previsto un limite temporale, il Patto ha mandato aperto e verrà aggiornato sulla base di valutazioni effettuate annualmente.

Il lancio ufficiale dell’iniziativa si terrà il 16 dicembre, in occasione di un evento online al quale è attesa la presenza del vicepresidente esecutivo della Commissione, Frans Timmermans.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.