Le sfide per la regolazione nella transizione ecologica

Policy Breakfast
I-Com

Le sfide per la regolazione nella transizione ecologica“. E’ questo il titolo del Policy Breakfast organizzato lo scorso 7 aprile dall’Istituto per la Competitività (I-Com).

In un periodo di tensioni straordinarie nei mercati dell’energia, l’appuntamento ha avuto l’obiettivo di animare un confronto a 360° gradi sulle principali linee di sviluppo che la regolazione dovrà seguire per sostenere il percorso di transizione ecologica e affrontare le sfide che attendono il Paese. Dalla tutela del consumatore alla promozione delle fonti rinnovabili, dalla digitalizzazione dei sistemi dell’energia, dell’acqua e dei rifiuti ai temi di frontiera (ad esempio, mobilità elettrica, idrogeno verde, comunità energetiche). Sono molteplici gli ambiti in cui è richiesto un ruolo di primo piano della regolazione perché si possa avanzare verso il conseguimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile.

Dopo l’introduzione del presidente I-Com Stefano da Empoli e del direttore dell’area Energia Michele Masulli, è intervenuto come keynote speaker il presidente dell’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (ARERA) Stefano Besseghini.

Al dibattito hanno partecipato Giuseppe Argirò (CVA), Marta Bucci (Anigas), Luigi de Francisci (Acea), Filippo De Simoi (Gruppo Hera), Barbara Gatto (CNA), Michele Governatori (ECCO), Lorenzo Mantovani (BayWa r.e. Energy Trading), Marco Massimiano (Enel Italia), Marco Mazzi (RWE Renewables Italia), Mariagrazia Midulla (WWF Italia), Marco Ravazzolo (Confindustria), Agostino Re Rebaudengo (Elettricità Futura), Giampaolo Russo (Assogas), Leonardo Santi (E.ON Italia) e Benedetta Sebastiani (Shell Italia).