I-Com con Geneva Network a sostegno del ruolo della proprietà intellettuale nella prevenzione, la preparazione e la risposta alle pandemie



La coalizione globale di think tank promossa dal Geneva Network e supportata anche da I-Com ribadisce l’importanza dei principi di innovazione attorno ai diritti di proprietà intellettuale.

La coalizione delinea i principi chiave dell’innovazione relativi alla proprietà intellettuale che si sono appresi durante la pandemia di Covid-19 e che si spera possano contribuire ai negoziati formali per l’accordo che l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) conviene di avviare sulla prevenzione, la preparazione e la risposta alle pandemie – il Pandemic Prevention, Preparedness and Response (PPR).

Nello statement si sottolinea quanto durante la pandemia il sistema di proprietà intellettuale abbia consentito il rapido sviluppo e la produzione di numerosi nuovi trattamenti e vaccini sicuri ed efficaci, contribuendo a salvare centinaia di milioni di vite.

In particolare, l’elaborato evidenzia i seguenti principi chiave:

  • I diritti di proprietà intellettuale sono essenziali per sviluppare e produrre vaccini e terapie pandemiche innovativi.
  • Il modo migliore per trasferire tecnologia e condividere il know-how manifatturiero è attraverso la cooperazione volontaria.
  • Affidarsi a modelli di vaccino privi di proprietà intellettuale è troppo rischioso in una situazione di pandemia.
  • In una pandemia, l’agilità e la flessibilità sono fondamentali. Le organizzazioni delle Nazioni Unite non dovrebbero tentare di scegliere i “vincitori” della tecnologia dei vaccini prima di qualsiasi pandemia.
  • Le deroghe alla proprietà intellettuale sono prive di significato senza un solido sistema di salute pubblica e di procurement di vaccini.

Qui la dichiarazione completa.