Digitale e domanda di connettività dei consumatori

Giovedì 23 novembre si è svolta la tavola rotonda a porte chiuse “Quanto digitale hai? La domanda di connettività da parte dei consumatori tra consapevolezza e incentivi” organizzata dall’Istituto per la Competitività (I-Com).

L’iniziativa, finalizzata ad approfondire il tema della domanda di connettività da parte dei cittadini, ha cercato di indagare il grado di consapevolezza dei consumatori in ambito digitale, i fattori che influenzano le loro decisioni, nonché gli incentivi e gli strumenti utili in generale all’aumento della domanda di connettività. L’evento ha rappresentato l’occasione per presentare una survey sul tema sottoposta da I-Com a un numero cospicuo di soggetti e realizzata con il supporto di alcune delle principali associazioni dei consumatori.

Al dibattito, introdotto dal presidente I-Com Stefano da Empoli, dalla vicepresidente I-Com Silvia Compagnucci e dal direttore Area Digitale Domenico Salerno, hanno preso parte l’Avvocato Ufficio Legale e Relazioni Esterne U.Di.Con Dario Giordano, il Capo Dipartimento Reti, Servizi Essenziali, Telecomunicazioni, Pubblica Amministrazione e Direttore Ufficio Studi, Innovazioni e Sostenibilità Adiconsum Mauro Vergari, la Head of Public Affairs Inwit Sarah Cantarella, il Direttore Relazioni Esterne Open Fiber Andrea Falessi, il Giurista specializzato nella regolamentazione europea di internet e telecomunicazioni Innocenzo Genna, l’Head of Public Affairs & External Affairs Strategies Vodafone Italia Paolo Pinzoni, il Chief of Staff and External Affairs Director Iliad Michele Rillo e l’Head of Regulatory and Institutional Affairs & New Business EOLO Alessandro Verrazzani. Il panel istituzionale ha raccolto gli interventi di Luca Rocca (Divisione Reti infrastrutturali di comunicazione e banda ultralarga Direzione Generale per i servizi di comunicazione elettronica, di radiodiffusione e postali Ministero delle Imprese e del Made in Italy) e Giovanni Santella (Vicesegretario Generale dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni AGCOM).