Proprietà intellettuale, anche I-Com nella coalizione globale guidata dal Geneva Network

Dichiarazione congiunta
I-Com

L’Istituto per la Competitività (I-Com) si è unito alla coalizione globale guidata dal Geneva Network per chiedere ai delegati dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) di prendere in considerazione i punti principali della Dichiarazione congiunta sull’importanza dei diritti di proprietà intellettuale nel promuovere un accesso equo ai vaccini e alle terapie per la preparazione alle pandemie. I delegati si riuniranno a Ginevra per la 75° Assemblea mondiale della sanità a partire da domenica 22 maggio.

I-Com, insieme ad altri 23 think tank e gruppi della società civile, condivide la convinzione che un solido quadro globale per la protezione dei diritti di proprietà intellettuale svolga un ruolo fondamentale nel garantire che il mondo sia preparato ad affrontare future pandemie.

Di seguito i punti principali della dichiarazione congiunta:

1. I diritti di proprietà intellettuale sono stati fondamentali per lo sviluppo di vaccini sicuri ed efficaci per le pandemie attuali. Sono fondamentali anche per le pandemie future;
2. Le pandemie richiedono un rapido aumento della produzione di vaccini di massa. La proprietà intellettuale lo rende possibile facilitando le collaborazioni e i partenariati;
3. Un indebolimento dei diritti di proprietà intellettuale lascerebbe il mondo dipendente da modelli di ricerca e sviluppo e di produzione di vaccini non collaudati;
4. La disponibilità dei vaccini può essere accelerata dall’armonizzazione delle normative;
5. I Paesi non dovrebbero interrompere le catene di approvvigionamento di vaccini e terapie con barriere commerciali.

Qui la dichiarazione completa in lingua originale.

LEAVE A COMMENT

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.