I ritardi dei pagamenti della P.A.: una stima del fenomeno e dei suoi effetti sul sistema economico italiano

Il presente studio persegue due obiettivi. Il primo è quello di offrire una fotografia il più possibile aggiornata del fenomeno del ritardo dei pagamenti delle PA, confrontando la situazione italiana con quella dei principali partner europei. Il secondo obiettivo, per certi versi inedito, è quello di valutare l’impatto economico del ritardo sulle imprese italiane e, tenendo conto del diverso costo di finanziamento della PA e delle imprese sul mercato finanziario, in ultima analisi sulla collettività. I risultati numerici presentati sono il frutto di elaborazioni originali, per la prima volta presentate in questa occasione. Lo studio si articola in 4 parti. La prima parte illustra sinteticamente il quadro normativo europeo (tanto dell’UE quanto degli Stati membri che hanno prodotto interventi di particolare spessore sul tema dei ritardati pagamenti delle pubbliche amministrazioni) e italiano. La seconda parte dello studio guarda all’entità del fenomeno in una chiave di comparazione tra l’Italia e i Paesi membri dell’UE (in particolare Spagna, Francia, Regno Unito e Germania). La terza parte stima gli impatti sul sistema italiano del ritardo dei pagamenti, sulla base dei dati osservati nel paragrafo precedente. Infine, dato l’evidente aggravarsi del fenomeno negli ultimi tempi, peraltro in coincidenza con una fase particolarmente delicata per il sistema produttivo italiano, nell’ultima parte si è voluto dare voce alle imprese attraverso un questionario somministrato alle associazioni che rappresentano i settori produttivi più esposti verso la PA. Lo studio si conclude con alcune riflessioni d’insieme.

Committente: Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.