Italy of Things. Per cittadini e imprese connessi al futuro

Report I-Com

Italy OF Things. Per cittadini e imprese connessi al futuro“. E’ questo il titolo dello studio su Reti e servizi di nuova generazione in Italia curato dall’Istituto per la Competitività e presentato il 30 ottobre a Roma.

Il rapporto, anche quest’anno, come da tradizione, intende fare il punto sul livello di “maturità” raggiunto dal nostro Paese nel contesto europeo sia dal punto di vista dello sviluppo delle infrastrutture sia con riguardo alla domanda di servizi digitali da parte di cittadini ed imprese. L’obiettivo è fotografare l’attuale situazione nell’ottica di individuare possibili azioni ed iniziative da mettere in campo per accelerare il coinvolgimento dei cittadini nei processi di digitalizzazione e rafforzare la competitività delle imprese in uno scenario sempre più incentrato sul canale digitale.

A tal fine, la prima parte del rapporto, da un lato, raccoglie i dati relativi al grado di copertura ed alle performance delle reti a banda larga ed ultra-larga, sia fisse che mobili, in Italia ed in Europa, nonché sul loro livello di utilizzo da parte dell’utente; dall’altro, fornisce una descrizione delle skill digitali e del grado di penetrazione di alcuni tra i più rilevanti servizi digitali nelle abitudini dei cittadini/consumatori e nel business delle imprese.
Per quanto riguarda la seconda parte, che si focalizza come di consueto su un tema monografico, quest’anno abbiamo deciso di dedicarla all’analisi dell’entusiasmante e complesso fenomeno dell’intelligenza artificiale nel tentativo di valutare le opportunità ma anche i nuovi rischi e le possibili criticità che ad esso si accompagnano e che devono inevitabilmente essere comprese e governate.

Come speriamo possa fare la Strategia Nazionale sull’intelligenza artificiale, annunciata nel mese di settembre dall’attuale Governo. Nella parte conclusiva, infine, viene offerto qualche sintetico spunto di policy sui temi chiave affrontati nel rapporto.