Social media, ecco quelli che vanno di più. Quale scende e quale sale

Articolo
Maria Rosaria Della Porta
utenti

In questo tempo di pandemia, privati della loro quotidianità, di una passeggiata al parco o di un caffè con un amico, gli italiani hanno fatto dei social media il loro pane quotidiano. Dovendo restare a casa, hanno sfruttato al massimo le piattaforme social e i servizi di messaggistica per avere momenti di incontro seppure a distanza, condividere esperienze e informazioni.

Come emerge dall’analisi dei dati estratti dalle rilevazioni Audiweb-Nielsen condotta dall’esperto di social media Vincenzo Cosenza, nel 2020 è stata registrata una crescita sia del numero di utenti, sia del tempo trascorso sui vari social.

Facebook, anche nell’anno della pandemia, si è confermato il social per eccellenza con oltre 36,7 milioni di utenti in Italia (+5% rispetto al 2019), e pare che nessuno riesca a schiodarlo dalla sua posizione dominante. Sul podio, poco distante dalla piattaforma di Zuckerberg, si è collocato YouTube con 35,5 milioni di spettatori mensili mentre in terza posizione Instagram con 28 milioni di appassionati, in crescita di circa il 9% rispetto all’anno precedente.

Anche LinkedIn ha continuato a conquistare nuove adesioni: nel 2020 sono state 19,5 milioni le nuove persone che lo hanno usato (+9,2% rispetto al 2019). Segue, nell’immediato, Pinterest che, pur essendo un social più di nicchia, è riuscito a crescere del 37% e a coinvolgere 19,1 milioni di utenti. Mentre in basso nella classifica dei social media più utilizzati in Italia si è posizionato Twitter, che lo scorso anno ha mantenuto più o meno stabile il suo numero di visitatori di 10,8 milioni.

Ma il vero fenomeno è TikTok, che ha registrato un balzo del 333% rispetto al 2019 e ha superato la media di 6,3 milioni di audience. Secondo gli esperti, si tratta tuttavia di dati sottostimati dato che non tengono conto degli utenti tipici del servizio, ossia i ragazzini che vi accedono dai dispositivi mobili.

Il secondo incremento maggiore è quello riportato da Twitch, il social media di Amazon, che è cresciuto del 75% e ha sfiorato la media mensile di 4 milioni di spettatori.

Contrariamente, hanno perso terreno nel 2020 Reddit, che è calato del 2% con 3,2 milioni di utenti, Snapchat, che si è fermato a 2,3 milioni di fruitori in calo del 15%, e Tumblr, che ha contato poco più di 2 milioni di affezionati.

Considerando anche il tempo di utilizzo e non solo il numero di utenti, Facebook risulta essere non solo il social con il maggior numero di profili iscritti ma anche quello su cui gli italiani trascorrono più tempo: a dicembre ha sfiorato le 12 ore al mese per persona. Seguono, quasi a pari merito, YouTube e Instagram, il primo usato per 6 ore e 16 minuti, e il secondo per poco meno di 6 ore.

L’app che però potrebbe insidiare i competitor è proprio TikTok che, pur avendo ancora un utilizzo limitato ai più giovani, può vantare un tempo di permanenza di circa 5 ore al mese a persona. Stesso discorso vale per Twitch che, se riuscisse a coinvolgere più utenti, potrebbe tentare la scalata.

Minor tempo, invece, è dedicato agli altri social media. Gli italiani, ad esempio, hanno trascorso circa un’ora al mese su Twitter e Snapchat nel 2020 mentre sotto l’ora di utilizzo si sono collocati Reddit (40 minuti), Tumblr (39 minuti), Pinterest (24 minuti) e LinkedIn (16 minuti). Quest’ultimo nemmeno con l’introduzione delle dirette è riuscito a intrattenere per più tempo i suoi iscritti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.