Piani di spesa 2018: le aziende investiranno di più in nuove tecnologie

RETAIL-TECHNOLOGY-IN-2014IDG Research – società leader a livello mondiale nel settore delle tecnologie informatiche e dei servizi marketing – ha recentemente pubblicato uno studio dal titolo CIO Tech Poll: Tech Priorities 2018. Il dossier riporta i risultati di un sondaggio condotto tra novembre e dicembre 2017 che ha coinvolto 186 dirigenti dell’Information Technology operanti in tutti i principali settori economici (High Tech, Finanziario, Manifatturiero, Sanità, e altri) con l’intento di esplorare i prossimi  piani di investimento relativamente alle nuove tecnologie informatiche.

Il 50% dei dirigenti IT intervistati dichiara di prevedere per il 2018 un aumento delle risorse da destinare alle diverse soluzioni tecnologiche. I maggiori incrementi di spesa tecnologica riguarderanno l’analisi predittiva e il business continuity/disaster recovery (il 47% dei dirigenti intervistati rispettivamente). La gestione della continuità operativa o continuità aziendale è – secondo lo studio – anche il principale progetto che coinvolgerà i team aziendali che si occupano di informatica e tecnologie emergenti.

Il 46% dei Cio (Chief Information Officer) prevede, invece, di aumentare la spesa per il cloud pubblico mentre il 45% destinerà maggiori investimenti al cloud ibrido. I servizi cloud, insieme all’Internet of Things, sono ritenuti fondamentali per l’organizzazione efficiente dei processi di business e per tale motivo si evidenzia l’elevata propensione a implementare architetture cloud soprattutto nelle realtà imprenditoriali di medie e grandi dimensioni.

3

Ulteriori risorse saranno poi destinate al machine learning e ai sistemi cognitivi e , a seguire, anche all’intelligenza artificiale. Inoltre, si prevede un aumento della spesa per gli strumenti di sicurezza al fine di proteggere le risorse informative aziendali.

Dunque, da tale studio emerge che gli investimenti e i piani di sviluppo di progetti e applicazioni che riguardano le tecnologie emergenti rientrano nell’agenda dei dirigenti aziendali, in quanto ritenuti essenziali affinché le organizzazioni continuino ad essere competitive in questo periodo di grande trasformazione digitale.

 

Research Fellow dell'Istituto per la Competitività (I-Com). Laureata in Economia presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, con una tesi in Finanza Aziendale Internazionale. Successivamente ha conseguito un master di II livello in “Concorrenza, economia della regolamentazione e della valutazione”, presso la medesima università.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.